martedì 31 luglio 2018

BAGAGLI SMARRITI


BAGAGLI SMARRITI? ISTRUZIONI PER L'USO




Agosto da sempre è il mese delle grandi partenze.
Milioni di turisti affollano gli aeroporti pronti a partire per le tanto attese ferie. A volte però la vacanza rischia di essere rovinata ancor prima di iniziare.
Avete presente quei turisti sconsolati che guardano il nastro bagagli vuoto in attesa che per chissà quale miracolo divino la loro valigia compaia magicamente?
Sappiate che è un eventualità non così  remota, soprattutto se il vostro itinerario prevede scali di breve durata (solitamente al di sotto di un'ora e mezza).
Noi, grandi esperti di viaggi e di perdita di bagagli, vantiamo ben tre valigie smarrite; addirittura nel nostro viaggio in Russia persa sia all'andata che al ritorno.

La domanda che tutti si pongono è: "Ma queste valigie smarrite vengono poi ritrovate?"
La risposta nella stragrande maggioranza dei casi  è SÌ.
L'importante è attenersi ad alcune semplici regole e seguire le procedure.

1) PREVENZIONE
Per ridurre al minimo il disagio portatevi sempre nel bagaglio a mano almeno  1 o 2 cambi, farmaci e lo stretto indispensabile. Nei luoghi di vacanza è quasi sempre possibile comprare spazzolini, indumenti intimi e magliette ma se come noi non volete ritrovarvi a girare l'India indossando una T-shirt con la faccia stampata di Gandhi, il consiglio è di portarvi una borsa con tutto lo stretto necessario in cabina.

2) PROCEDURE
Quando il nastro portabagagli  si sarà fermato ed ogni speranza di avvistare la vostra valigia sarà perduta non fatevi prendere dal panico (qualche parolaccia però vi sarà consentita).
Date un'occhiata agli altri nastri bagagli perché si sa, la speranza è l'ultima a morire e poi recatevi presso gli uffici del Lost and Found. Spesso vi troverete in fila con altri sfortunati viaggiatori e questo vi farà capire che la perdita di un bagaglio non è poi una cosa così eccezionale.
Qui dovrete compilare alcuni moduli denominati PIR (Property Irregularity Report) a cui sarà associato un codice identificativo che vi servirà per seguire il tracciamento del bagaglio fino alla consegna.
Conservate anche la carta d'imbarco ed il talloncino del bagaglio.


CODICE PIR


















3) PAZIENZA
La quasi totalità dei bagagli viene riconsegnata ai proprietari entro 48 ore. Non occorre recarsi in aeroporto ma potete tranquillamente farveli recapitare direttamente in albergo. Conservate accuratamente gli scontrini delle spese sostenute in attesa del bagaglio (non vale comprare Rolex o iPhone) perché la compagnia è tenuta a risarcire le spese di prima necessità fino ad un massimo di 1164 euro (per le compagnie aeree europee e per i Paesi che aderiscono alla convenzione di Montreal).
Ricordatevi di inviare tutta la documentazione richiesta (troverete l'elenco dei documenti necessari nella sezione "bagagli smarriti" del sito della compagnia) entro 21 giorni dalla data di ritrovamento del vostro bagaglio.

Ora che sapete gestire alla perfezione l'emergenza non vi resta altro da fare che godervi la vostra vacanza  in attesa del vostro bagaglio.
Quando vivrete l'esperienza di non avere la valigia con voi per 48 ore vi accorgerete che forse tutto quello che c'è al suo interno non era poi cosi indispensabile.

Buona vacanza
Fisioterapistiontheroad

Nessun commento:

Posta un commento

Post in evidenza

 AZZORRE 7 motivi per organizzare una vacanza alle Azzorre Scegliere le Azzorre come meta vacanziera implica il desiderio di abbandonare la ...