sabato 24 febbraio 2018

VERMONT


LO STATO DEL VERMONT: UN TUFFO NELLA NATURA


Pearl S. Buck

Covered Bridge 

DAY 8 nel nostro itinerario nel New England


Il Vermont può essere descritto con tre parole: Peaceful, Genuin and Romantic
Peaceful: non incontrerete traffico in Vermont ed il viaggio in auto sarà estremamente piacevole, percorrerete strade di campagna immerse nel verde.
Genuin: sotto tanti aspetti tra cui la cucina, finalmente più legata al territorio.
Romantic: osserverete le meravigliose case di campagna dallo steccato bianco e vi rilasserete  nel silenzio della sera.

Dopo aver abbandonato la White Mountain, siamo entrati nello Stato del Vermont percorrendo un'altra famosa strada consigliata per il foliage, la Connecticut River Byway. Questa strada panoramica deve il suo nome al fiume che costeggia, appunto il Connecticut, il quale divide il territorio del New Hampshire dal Vermont. 
Il sole (quasi sempre presente in questo viaggio) ci ha regalato un'altra meravigliosa giornata, i colori erano talmente carichi da sembrare saturati: il verde dei prati, l'azzurro del cielo e l'arancio delle zucche.
Dovete sapere che la zucca è protagonista indiscussa dell'autunno nel New England e le troverete dappertutto: decorano le case, i negozi, i campi. Le vedrete inoltre di tutte le dimensioni e di tutte le forme.
Per esempio, al Woodstock Farmer Market potrete anche acquistarle oppure fermarvi per pranzo alla gastronomia del supermercato e prendere una vellutata di zucca, patate, mela e cannella come ho fatto io. Deliziosa!

Woodstock Farmer Market

Woodstock Farmer Market

Prima però di fermarci nel centro di Woodstock abbiamo fatto tappa alla Sugarbush Farm, un'azienda  locale a conduzione familiare che produce sciroppo d'acero e formaggi.  Una gentile signora ci ha offerto una degustazione gratuita dei loro prodotti. Visita veloce ma istruttiva.

Sugarbush Farm

Il centro di Woodstock è ordinato e ricco di eleganti case in tipico stile USA.  E' piacevole fare una sosta bevendo un caffè in uno dei tanti locali della zona. E' inoltre presente un covered bridge, uno dei caratteristici ponti coperti del Vermont.

Woodstock




The Village Butcher


La seconda cittadina visitata e dove abbiamo passato la notte è stata Brattleboro. Non posso che consigliarvi il b&b in cui abbiamo alloggiato: il Colonel Williams Inn (http://www.thecolonelwilliamsinn.com/).

E' una splendida villa del 1700 fuori Brattleboro, su una collina ad una ventina di minuti dal centro in auto.
L'hotel ha un design molto classico e caldo, pavimenti in legno, mobili antichi ed un bellissimo giardino con un piccolo laghetto di fronte.
Per chi volesse fare una pazzia e sposarsi in Vermont questo posto sarebbe un'ottima location.

Colonel Williams Inn

Al nostro arrivo la padrona di casa, dopo averci spiegato la policy dell'hotel ci ha serenamente avvertito della presenza di un orso in giardino la notte precedente. Be careful è stata la sua ultima frase.
Questa notizia non ci ha molto rasserenato ma fortunatamente, durante il nostro soggiorno, non abbiamo avuto occasione di incontrare l'orso.
Per quanto riguarda la cena ci siamo recati in centro al The Marina, un ristorante molto giovanile vista fiume con una buona cucina.

Colonel Williams Inn

Nessun commento:

Posta un commento

Post in evidenza

 AZZORRE 7 motivi per organizzare una vacanza alle Azzorre Scegliere le Azzorre come meta vacanziera implica il desiderio di abbandonare la ...